Strategia di Investimento

Il fondo finanzia progetti di energia rinnovabile ed efficienza energetica particolarmente vantaggiosi, oltre a svariate opportunità quali teleriscaldamento e cogenerazione per comuni tra i 15.000 e 50.000 residenti, illuminazione pubblica, efficienza energetica nel settore industriale italiano e possibili investimenti in impianti idroelettrici.

Il finanziamento avverrà attraverso la diretta origination dei green bond che saranno poi quotati in Borsa italiana. I bond saranno completamente ammortizzati e senior secured e, una volta operativi, i progetti potranno ottenere l’investment grade.

In confronto al finanziamento corporate, la struttura finanziaria del fondo presenta i seguenti benefici:

Controllo costante del cash flow di progetto

La natura completamente ammortizzata del bond riduce il rischio nel tempo.

Totale trasparenza

Stato creditizio senior secured e controllo sui maggiori contratti dei progetti.

Rischi predefiniti

Con la possibilità di collocare il rischio con le controparti maggiormente in grado di gestirlo.

Società di scopo o di scopo limitato

Con una struttura cosiddetta “ring fence”.

Gestione del rischio costruzione:

I progetti “greenfield” non hanno generalmente la possibilità di avere un rating, ma lo si può ottenere a costruzione avvenuta, una volta stabilitone il flusso di cassa.

Il fondo ha una vita definita di 7 anni, mentre i progetti che contiene hanno prospettive più lunghe, quindi si prevede una exit per l’intero portafoglio.

Vendita del Portafoglio

Investitori istituzionali con obbligazioni di lunga durata cercano introiti affidabili e di alta qualità che si basino su asset reali, come alternativa a portafogli con profitti fissi e con rischio sempre maggiore di tasso di interessi.

Chi decide di dedicarsi a “investimenti alternativi” lo fa per ridurre l’esposizione sia nei confronti dei fondi speculativi, dopo anni di scarse performance, che nei fondi immobiliari, aumentando la propria esposizione in un settore più sicuro e con volabilità minore.

Cartolarizzazione

Il volume delle cartolarizzazioni si è ripreso dopo la crisi del credito, incluse quelle non “plain vanilla”.

I Green Bond continuano a crescere grazie alle caratteristiche legate alla responsabilità sociale e alla lunga durata.

L’esposizione diversificata in diversi settori e la garanzia di un profitto affidabile e a lungo termine può assicurare una notevola sottoscrizione all’exit.

Mercato Secondario

Nonostante il mercato italiano dei Green-Bond sia agli albori, si prevede che abbia una grande crescita, considerata anche la crisi del finanziamento bancario data dalla recessione e dalle maglie sempre più strette dettate dalla regolamentazione del credito (Solvency II e Basilea III).

La quotazione sul segmento di Borsa Italiana standardizza il meccanismo dei prezzi dei Green-Bond e aumenta la liquidità.

Quotazione

Nel 2013 il Foresight Solar Fund Limited ha raccolto £150m per quello che all’epoca era il maggior fondo solare quotato sulla Borsa di Londra.

Da allora il fondo ha raccolto ulteriori £132m.

Il fondo comprende asset completamente operativi con dividenti annuali inflation linked al 6%.

Foresight crede che una quotazione simile sia replicabile per il Green Bond Fund.

Contattaci per avere ulteriori informazioni sull’Italian Green Bond Fund